Marmellata di limoni e telefono senza fili

Allora, ieri ricevo un May Day culinario dalla mia amica Clara che dice più o meno così :”Cosa mi invento per usare due barattoli di marmellata di limoni che qui a casa non tanto piace?”. E io mi metto alla ricerca, un po’ su internet, un po’ nei miei ricordi e partorisco questa cheese cake alla marmellata di limoni.

 

Ingredienti:

Biscotti secchi (tipo Digestive): 300 gr

Burro mordido: 70 gr

Yogurt naturale: 500 gr

Zucchero a velo: 80 gr 

Ricotta: 300 gr

Gelatina alimentare in fogli: 20 gr 

Vanillina: 1 bustina  

Marmellata di limoni a piacere

 

Procedimento: 

 

Trita i biscotti secchi, mettili in una terrina e amalgamali bene con il burro sciolto a bagno maria. Fodera uno stampo a cerniera con carta forno e, con il composto di biscotti, foderane il fondo livellandolo con un bicchiere. Poi metti lo stampo in frigo e ti dedichi al ripieno. 

 

Metti a mollo tre fogli di gelatina alimentare in acqua fredda per circa 10 minuti (devono diventare morbidi). Nel frattempo in una terrina versi lo yogurt naturale, la ricotta scolata e passata al setaccio, lo zucchero a velo, la vanillina ed amalgami il tutto. 

 

Prendi la marmellata di limoni, la scaldi a fuoco dolce e poi la filtri in modo che sia cremosa e senza pezzi (oppure non la filtri se ti piace con i pezzi). Aggiungi un paio di cucchiaiate di marmellata all’impasto di yogurt e ricotta.

 

Strizza i fogli di gelatina e falli sciogliere in un tegamino sul fuoco basso. Quando sono sciolti aggiungili al ripieno di yogurt e ricotta. Mescola bene il tutto e versa nella tortiera. A questo punto devi lasciare riposare la torta in frigo 4-5 ore fino a quando il ripieno è diventato solido.

 

Trascorso questo tempo prepara una gelatina mescolando la marmellata rimasta con un foglio di gelatina (se scaldi la marmellata e ci metti il foglio di gelatina ammorbidito si scioglie perfettamente senza bisogno di mettere la gelatina sul fuoco). Fai stiepidire, versa sulla cheesecake e poi rimetti in frigo per far raffreddare e rapprendere.

 

In quel momento questo era quello che avevo in mente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lei mi risponde tutta contenta “che figata, ora mi metto all’opera e poi ti mando una foto”.

 

Qualche ora dopo arriva la mail e l’oggetto recita “Cheese cake variata”.

 

 

Insomma a me è venuto da ridere perchè ho pensato “Cacchio che interpretazione personale!”.

 

Quello che era successo è che non avendo trovato la gelatina alimentare, aveva utilizzato gli stessi ingredienti, aggiungendo farina e lievito e l’aveva trasformata in un ciambellone, che, per inciso, mi sembra un ottimo esempio di capacità di adattamento alle circostanze.

 

E mi sono ricordata di quando eravamo piccole e giocavamo al telefono senza filo e si partiva con “ho una pianta di rosmarino alla finestra” e si arrivava con “ho fatto una profumatissima minestra” (beh insomma forse quando avevo 10 anni rosmarino e minestra non erano esattamente gli argomenti di conversazione, nemmeno ora comunque, o non solo…).

 

E quindi ieri siamo partite con una cheese cake e siamo arrivate con un ciambellone.

 

Il profumo di limone però ce l’avevano entrambe. Ed il ciambellone era buonissimo!

 

Annunci

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Una risposta a “Marmellata di limoni e telefono senza fili

  1. Claire de Lune

    Ieri il ciambellone è finito 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...