Dal paese delle fate!

Questo paesino dove sono, Besse, è un po’ come il paese delle fatine. A volte la mattina quando cammino dal mio appartamento verso il B&B dove lavoro mi chiedo se è reale.

 

Quando mi sveglio, questo è quello che vedo quando apro gli occhi, che, insieme al rumore del ruscello, aiuta di sicuro a cominciare la giornata con il piede giusto.

 

la vista da casa mia a Besse

 

E poi, salendo per la stradina che mi porta verso il centro del villaggio, ci sono tutti questi angoli speciali

 

da questa casa per esempio potrebbe uscire una fatina in qualsiasi momento…

 

il negozio dei giochi di legno

 

Besse: 1632 abitanti e 5 patisseries…

 

il fioraio con le girandole arcobaleno

 

E poi, mentre lavoro, se alzo gli occhi e guardo fuori dalla finestra, vedo questo

 

stamattina, dopo avere ritirato i piumoni dalla finestra

 

o questo

 

anche da questi comignoli potrebbe uscire una fatina o uno gnomo, in qualsiasi momento…

 

E a volte è proprio un attimo, cammino immersa nei miei pensieri e non mi accorgo di cosa ho intorno, ma poi mi fermo e mi rendo conto che davanti a me ho una vista speciale o un angolino di quelli che tanto mi piace vedere nelle cartoline, di quelle che quando le ricevi pensi  “Che paradiso che deve essere quel posto”. E io ce l’ho davanti agli occhi e magari nemmeno me ne accorgo, perchè sono assorta nei miei pensieri.

 

E a volte mi sembra un po’ forzato questo cercare di vedere tutto in rosa, che anche quando pesti la cacca del cane in mezzo alla strada ci cerchi il lato poetico.  Però sì in questo momento è una scelta razionale la mia: fermarmi un attimo, guardarmi intorno e cercare cosa c’è di bello intorno a me, che se mi entusiasmo per una bella cartolina, allora  a maggior ragione quando quell’angolino ce l’ho davanti, fatine comprese…

 

Annunci

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

2 risposte a “Dal paese delle fate!

  1. Claire de Lune

    Buongiorno bella, il posto è veramente bello. Sai, non si tratta di vedere sempre le cose in rosa. E’ che quando si pesta “la cacca del cane per strada” è molto, ma molto meglio regalarsi qualcosa che faccia stare bene (meglio) rispetto ad una situazione di cui faresti volentieri a meno. ti voglio bene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...