Passeggiata in montagna

Ieri avevo la giornata libera, ed il tempo era glorioso, e quindi mi sono avventurata sui sentieri intorno a Besse.

Con grande gioia ho scoperto che le frecce gialle ci sono anche qui… e quindi ho camminato tranquilla, cercando la freccia successiva e la mappa dettagliata dei percorsi l’ho lasciata nello zaino.

 

anche qui le frecce gialle…

 

aria frizzante e la strada davanti

 

L’aria è fresca questi giorni,  si cammina che è una meraviglia ed è pieno di fiori dappertutto. C’erano anche questi, sono cardi ed erano secoli che non li vedevo.

 

cardi, sono bellissimi, ma anche in pentola sono deliziosi

 

Ho dei ricordi di quando ero piccola ed andavo in montagna a passeggiare con la mia nonna materna, e li raccoglievamo. Bisognava stare attenti perché pungono e quindi la nonna si metteva i guanti per prenderli e poi li cucinava, ma non ricordo come. Non li ho più mangiati da allora, ma ho dato un’occhiata su internet e si possono cucinare in tanti modi, quindi uno di questi giorni, munita di guanti, li andrò a raccogliere e mi cimenterò in qualche esperimento culinario a base di cardi.

 

Mentre camminavo mi sono accorta che al lato del sentiero due ragazze raccoglievano qualcosa da un cespuglio e quando  mi sono avvicinata ho visto che erano lamponi.  Mi sarei messa a raccoglierli anche io, ma non mi sembrava carino “rubare” loro il cespuglio delle meraviglie, e così mi sono messa alla ricerca di un altro cespuglio pieno di lamponi tutto per me. E invece dei lamponi ho trovato i ribes…tantissimi, ed io non avevo mai visto una pianta di ribes!

 

 

E poi, fra frecce gialle, cardi, lamponi e ribes ero così contenta che mi sono un po’ persa, o meglio, ho fatto un detour e per un’ora ho camminato in circolo, solo per ritrovarmi un’ora più tardi di fronte alla stessa pianta di ribes, chiedendomi “Ma questi non li avevo già visti, io?”. Solo allora mi sono accorta di essere allo stesso punto di un’ora prima, mentre, secondo i miei calcoli, avrei dovuto essere da tutt’altra parte. E pensare che da “piccola” ho fatto anche orienteering…

 

A quel punto, soddisfatta dei nuovi sentieri, ho ripreso quello che conoscevo e sono tornata verso casa.

 

lei ad un certo punto si è avvicinata ad annusarmi

 

E sulla via del ritorno ho trovato questa casa con le porte e gli scuri dipinti di lilla, che secondo me fa molto Francia.

 

 

Ecco perché mi piacciono tanto le lunghe passeggiate in montagna, anche quando finisce che cammini in tondo…

 

P.S.: lo so che la qualità delle foto non è un granché, cercherò di rimediare…

 

 

Annunci

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

3 risposte a “Passeggiata in montagna

  1. Claire de Lune

    La qualità delle foto va benissimo!e i cardi in pastella sono una squisitezza :-)un bacio

  2. Claire de Lune

    E i cardi in pastella erano una ricetta anche di mia nonna materna :-). ecco una ricettina “storica”
    “Nei cardi fritti alla pastella (in siciliano “carduna ‘a pastetta”), viene adoperato un impasto di farina e lievito che può essere utilizzato anche con altri tipi di verdure, come le cimette dei broccoli (cavolfiori), oppure spicchi di carciofi che in siciliano chiamiamo, rispettivamente, “vrocculi e cacuocciuli ‘a pastetta”. Sono dei secondi piatti comunissimi in tutta la cucina siciliana ai quali viene applicato questo metodo di frittura, tramandatoci dagli arabi, a loro volta influenzati dai maestri della pastella: i cinesi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...